in Politica

Adamo, Eva, il serpente e la mela

La lista che ha vinto le elezioni amministrative ad Arenzano, e che quindi governa la città legittimamente, era ed è formata dai Partiti del centrosinistra (PD, Sel, Udc più qualche indipendente).

Questi partiti sottoscrissero e presentarono agli elettori il programma con cui intendevano governare. Il loro candidato Sindaco fu scelto attraverso libere primarie, organizzate dai Pariti di centrosinistra, i candidati sottoscrissero il programma. A questa lista, a quel candidato Sindaco, e a quel programma si contrapposero altre liste con altri uomini e altri programmi.

Da allora poco e nulla è cambiato eccezion fatta per gli “indipendenti” che oggi sono un po’ meno indipendenti, visto che la maggior parte di questi  ha in tasca una tessera di Partito che all’epoca delle elezioni non aveva.

Le lotte interne a questa maggioranza (lotte di posizionamento in vista delle elezioni regionali) spingono qualche “buontempone” (come si dice al femminile?) a cercare improbabili alleanze per utilizzare al meglio (tra qualche mese) il “bacino elettorale” della lista Chirone.

E così iniziano gli abboccamenti, gli innamoramenti, le lusinghe. Dagli armadi si tirano fuori tutti gli strumenti ben oliati della vecchia politica

Al “lusingato” si fa credere che è persona importante, che il suo contributo è fondamentale per il futuro della città. Al lusingato si mette il cappello da festa mentre gli si svuotano le… tasche.

Written By:

Da anni un'appassionata di sogni, smorfia, e tutto quello che ci aiuta a capire meglio quello che ci succede-

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *