in Curiosità

Fumare fa male, senza se e senza ma

Da molti anni ormai si è consapevoli di un concetto che, qualche decina di anni fa, non era noto: fumare fa male, senza se e senza ma.

Infatti, se nel passato le ricerche sugli effetti che il fumare aveva sulla salute erano ancora incomplete, e non si era consapevoli di tutto ciò che questo vizio poteva comportare, ad oggi gli studiosi non hanno dubbi, e sono tutti d’accordo nell’affermare che il fumo nuoce alla salute.

Tra le persone, però, non c’è la stessa sicurezza sul tema: a differenza del parere unitario di medici e scienziati, la gente si divide sugli effetti che il fumo può provocare.

Attenzione, ciò non significa che qualcuno possa pensare che fumare faccia bene, ma molti pensano che alcuni espedienti possano portare ad un minore impatto del male sul nostro corpo.

Al di là dell’ovvio tema della quantità di tabacco che si consuma (una persona che fuma un pacchetto da 20 sigarette al giorno subirà delle conseguenze diverse, e ben più gravi, rispetto a un’altra persona che fuma solo poche sigarette ogni giorno), ci sono alcuni miti riguardo a questo vizio che è necessario smontare: uno di questi è quello delle sigarette leggere.

Infatti, se chiunque di noi si reca in una bottega di tabacchi, noterà che ci sono diversi tipi di sigarette e tabacchi: ognuno ha alcuni valori registrati sulla confezione, che indicano le quantità di determinate sostanze all’interno del prodotto.

Ebbene, molti ritengono che quelle sigarette che presentano valori più bassi nuocciano in maniera minore alla salute. Questa convinzione è presto sfatata: le quantità delle sostanze che si trovano in una sigaretta sono nell’ordine di decimi di grammi, una quantità pressoché irrilevante.

Se è vero che le quantità diventano rilevanti se si consuma una grande quantità di tabacco, è necessario notare come l’atto della combustione di carta, tabacco e additivi vari avvenga comunque. Non vi è pertanto una sostanziale differenza tra questi tipi di sigarette.

E’ necessario fare una considerazione anche sul tema delle sigarette costruite a mano: è abitudine di una larga parte di persone pensare che le sigarette fatte a mano, poiché non vengono pre-confezionate con vari tipi di sostanze al fine di conservare il prodotto, e poiché sono fatte con materiali di qualità superiore rispetto alle sigarette tradizionali, abbiano un impatto minore sulla salute.

La motivazione per la quale ciò non può essere considerato vero è sempre la stessa: l’atto della combustione dei vari componenti della sigaretta avviene lo stesso, perciò non si può parlare di effetti minori o ridimensionati.

Si può dunque concludere che è importante sapere quali siano le conseguenze del fumo per il nostro corpo: infatti, pelle, polmoni, vie respiratorie e molte altre parti del corpo umano sono danneggiate da questo vizio pericoloso, al quale tutti dovrebbero rinunciare in nome di una vita più sana.

Written By:

Da anni un'appassionata di sogni, smorfia, e tutto quello che ci aiuta a capire meglio quello che ci succede-

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *